La corrispondenza

 

Dopo aver giocato con l'Inferno-Paradiso e le sue trasformazioni, nelle classi terze di Valenzatico nasce la proposta di inviare agli amici di Catena una lettera in cui si descrive il lavoro svolto e vengono fornite tutte le indicazioni perché possano anche loro imparare divertendosi. 

Inizio della corrispondenza

Valenzatico, 16/12/2008

Cari amici,

siamo ancora noi, i bambini delle classi terze di Valenzatico.

Come vi avevamo promesso per telefono, abbiamo pensato di inviarvi, per regalo di Natale, un gioco del passato che abbiamo trasformato e reinventato.

Questo gioco si chiama Inferno-Paradiso.

Un tempo ci giocavano i nostri nonni e i nostri genitori con i loro amici, quando erano giovani. Lo usavano per divertirsi, per passare il tempo e per innamorarsi.

Noi abbiamo cambiato il gioco, facendolo diventare un gioco matematico e linguistico che ci serve per costruire testi di problemi e storie.

Quindi noi, invece di usare un solo gioco, ne abbiamo costruiti quattro: uno delle operazioni, uno del tempo, uno del luogo e uno dei protagonisti.

Se volete provare a giocare anche voi, vi mandiamo un campione del gioco, le istruzioni per costruirlo e per giocare.

Il lavoro svolto fino ad oggi è lungo e difficile da riassumere, perciò abbiamo deciso di mandarvi delle fotocopie di un quaderno preciso.

Ora vi salutiamo, vi auguriamo buon lavoro e Buone Feste e … divertitevi!

I vostri amici

La corrispondenza continua

I bambini di Catena rispondono.doc
Documento Microsoft Word 37.5 KB