Il gruppo di lavoro

Le insegnanti che hanno preso parte a questa attività, Pretelli Franca e Barontini Paola (matematica-tecnologia), Rossetti Chiara e Gori Maria Teresa (italiano-arte e immagine) e Baldi Daniela (storia-geografia) operano da anni nel 2°Circolo Didattico di Quarrata.

Fanno parte, insieme ad altre insegnanti di scuola primaria e di scuola dell'infanzia, di un gruppo di ricerca-azione di matematica.

All’interno di questo gruppo vengono progettati e sperimentati percorsi innovativi secondo un metodo che mette in primo piano la componente metacognitiva dell’apprendimento accanto a quella cognitiva e che vede gli alunni operare in un clima di "laboratorio".

Gli alunni vengono posti di fronte a problemi significativi nati da situazioni concrete motivanti e accattivanti, vengono "provocati" a ricercare soluzioni, vengono incoraggiati a confrontare il proprio punto di vista con quello degli altri, a comunicare le proprie intuizioni e proposte anche se talvolta "strampalate", a esprimere liberamente le proprie curiosità.

 

Il gruppo di ricerca-azione

Il gruppo di ricerca-azione di matematica, promosso dal P.I.A. “Piana Pistoiese” è nato nel 1997-98 nell’ambito di un progetto di aggiornamento che si proponeva di formare insegnanti sulle problematiche legate al curricolo verticale nella scuola di base, nelle varie discipline. Il gruppo è stato da subito seguito dal prof Brunetto Piochi, del Dipartimento di Matematica dell’Università degli Studi di Firenze, che è riuscito a catalizzare le energie e l’entusiasmo degli insegnanti di scuola primaria, tanto che il nucleo originario si è mantenuto ancora oggi.
Negli anni successivi, con la legge sull’autonomia e il formarsi degli Istituti Comprensivi, l’esigenza di sperimentare percorsi didattici innovativi, nell’ottica della continuità verticale, si è fatta più pressante e quindi è stato necessario darsi un’organizzazione in grado di definire i compiti e ottimizzare le risorse. Infatti nel 2000-2001 si è costituita una rete a cui partecipano le Scuole e i Comuni di Montale, Agliana, Quarrata e Serravalle P/se.

 

Agli incontri di Ricerca-azione partecipano ogni anno dai 20 ai 30 insegnanti che, con la supervisione dell’esperto, progettano i percorsi didattici, li verificano in itinere, discutono sui problemi emersi e apportano i necessari aggiustamenti.
Rispetto all’originaria esperienza, il gruppo è cresciuto con la partecipazione degli insegnanti della Scuola dell’Infanzia e della Scuola Secondaria di I grado. Inoltre, con la presenza di insegnanti di sostegno, negli ultimi anni sono state affrontate le problematiche legate all’handicap e alle difficoltà di apprendimento in matematica, strutturando percorsi specifici.

Metodo di lavoro

Gli insegnanti documentano personalmente l’attività sperimentata, i vari documenti vengono poi raccolti e organizzati in CD e materiale cartaceo.
Coscienti della funzione formativa della matematica e della trasversalità delle competenze che essa concorre a sviluppare, negli ultimi anni è stato dato al lavoro un taglio interdisciplinare, “contaminando” la matematica con altre discipline.
Gli insegnanti, che cercano di operare secondo le linee metodologiche sviluppate dal gruppo, hanno dovuto negli anni modificare il proprio atteggiamento:
- rivedere e riorganizzare criticamente le proprie conoscenze e competenze
- abituarsi a mettersi in gioco sapendo riconoscere i propri errori
- prendere consapevolezza di ciò che vogliono raggiungere, senza farsi prendere dalla fretta temendo di “perdere tempo”.